Banner

Le principali differenze tra BlackJack e Poker

http://www.bianews.it/img/Ggiochi.jpg



Articolo del: 03/01/2019 16:26:00

Per tanti appassionati di gioco d’azzardo che conoscono e apprezzano sia il poker, sia il blackjack, ci sono ancora tante persone che confondono i due popolari giochi di carte che tuttavia hanno davvero poche somiglianze tra loro.


A dire il vero, a detta di alcuni giocatori professionisti, vi sono alcune caratteristiche comuni tra le due discipline: poker e blackjack sono due giochi che richiedono intelligenza, disciplina e controllo dei nervi. Entrambi consentono, a chi possiede determinate qualità di guadagnare belle somme, ma le similitudini finiscono qui.


Gli stessi giocatori di poker e di blackjack sono molto diversi tra loro. I pokeristi sono sempre stati più al centro dell’attenzione diventando veri e propri personaggi e arrivando ad essere molto conosciuti anche all’estero grazie alla trasmissione degli eventi sulle tv internazionali.


In maniera totalmente opposta, i giocatori di blackjack professionisti cercano di tenere un basso profilo poiché a fare le loro fortune è l’abilità nel conteggio delle carte (tenendo a mente quelle già uscite), una pratica che non è illegale ma che non è assolutamente ben vista dalle case da gioco (che in molti casi, dopo averli individuati li allontanano impedendo loro di continuare a giocare e nei casi più estremi arrivando ad impedire loro l’accesso alla sala da gioco). Per questo motivo non vedrete mai un giocatore di blackjack pubblicizzare le proprie abilità di contatore di carte, perlomeno in pubblico.


Un’altra differenza fondamentale tra il poker e il blackjack consiste nel fatto che al tavolo da gioco di una partita di poker tutti i presenti, eccezion fatta per il dealer, sono avversari mentre nel blackjack l’unico avversario è il dealer. Nel blackjack, tuttavia, il dealer gioca sempre allo stesso modo, mentre i giocatori di poker si contraddistinguono per avere stili e caratteri diversi tra loro.


A voler essere più specifici, inoltre, il dealer nel blackjack non rappresenta nemmeno un vero e proprio concorrente. Come amano definirlo alcuni giocatori professionisti, il blackjack che si può provare nella sua variante online, in tutto e per tutto uguale a quella reale collegandosi a https://www.leovegas.it/it-it/casino-live/categoria/blackjack, è più un testa a testa con le carte.


Nel blackjack, infatti, le capacità mnemoniche del giocatore possono fare la differenza. Attenzione però: ciò non vuol dire per nessun motivo che per avere successo in una mano di blackjack sia sufficiente contare le carte (se lo credete sappiate che siete destinati a perdere).


Al netto delle differenze esistenti tra i due giochi, c’è chi come Andy Block, giocatore professionista di blackjack, è riuscito nell’impresa di avere successo anche ai tavoli delle World Series of Poker (nel 2012 ha conquistato il braccialetto per l’evento “$ 1,500 Seven Card Stud”).


Raccontando la sua esperienza, Block ci ha tenuto a sottolineare come rispetto al blackjack, nel poker sia presente una grande variabile rappresentata dal fattore umano, mentre nel blackjack sia “possibile calcolare il vantaggio esatto del giocatore se non si commettono errori”.


Una cosa che accomuna il poker e il blackjack, ad ogni modo, è la forte presenza della componente matematica: per aumentare le proprie chance di vittoria in una o nell’altra specialità, serve una mente che sappia far di conto rapidamente.



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net