Banner

Ribolla annuncia la chiusura dell'attività per fine anno. Gli fa eco Vega, che svuota tutto «per motivi di salute»

http://www.bianews.it/img/Garibolla.jpg



Articolo del: 19/11/2019 08:10:54

Negozi sul viale del tramonto. Succede ad Abbiategrasso, in pieno centro storico, a due passi dalla piazza del municipio, e anche ai suoi margini, in prossimità del temibilissimo passaggio a livello del rione Gennara.


Il primo caso riguarda la storica profumeria e pelletteria Ribolla di corso XX Settembre all’angolo con piazza Cavour, per un totale di quattro spaziose vetrine sempre strapiene di merce. Da venerdì scorso, 15 novembre, su ciascuna di queste è però comparso un cartello che le occupa ciascuna per la sua intera larghezza. Il messaggio è inequivocabile. Sotto l’insegna che riporta il nome del negozio (“Pelletteria Ribolla Alberto”), la scritta «svuota tutto per chiusura attività» e l’invito ai clienti ad approfittare degli «sconti dal 30% al 70% sulla pelletteria».


«Quanto mi dispiace! - esclama una donna dopo aver sostato qualche istante davanti a una delle vetrine per sbirciare se ci sia qualcosa di suo interesse - È davvero un peccato che anche questa famiglia di commercianti cessi l’attività. Mi ricordo che quando il mercato era in piazza Cavour loro mettevano anche un banco lì davanti al negozio, sempre forniti di tutto quello che si potesse desiderare…».


L’attività di Ribolla cesserà dunque definitivamente con la fine dell’anno. Un destino che riguarda anche, un po’ più spostato verso la ferrovia, il grande negozio di articoli per la casa e in questo periodo anche articoli e addobbi per il Natale affacciato su via Galilei, al civico 9. Si tratta di Vega, aperto ad Abbiategrasso dal 2008, sulle cui vetrine campeggiano anche in questo caso vistosi cartelli che annunciano sconti straordinari, fino all’80 per cento, per la classica operazione dello “svuota tutto”. «Mi dispiace molto dover lasciare - racconta il titolare, Fabio Ceccarelli - perché in tempi nei quali c’è chi chiude perché non lavora abbastanza io devo invece smettere per un problema di salute che riguarda la mia schiena… I miei figli non hanno intenzione di proseguire e pertanto eccomi al capolinea: l’intenzione è di chiudere definitivamente il 31 dicembre. Se poi proprio avremo ancora tanta disponibilità di merce, potremo prolungare al massimo per qualche settimana di gennaio 2020, ma sinceramente a questo punto spero di no».


Insomma, due chiusure imminenti che a quanto pare non hanno nulla a che fare con problemi derivanti dalla crisi economica, ma che sono destinati, nell’immediato, a lasciare un grande vuoto sia per le loro rispettive clientele, sia nel panorama commerciale e immobiliare di Abbiategrasso.


Marco Aziani (“Ordine e Libertà” - ogni venerdì nelle edicole)



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net