Banner

I Comitati per il Sì alla Strada sollecitano la Vigevano-Malpensa: «È quello il progetto che vogliamo, basta traffico sulle vecchie statali!»

http://www.bianews.it/img/Galpontesi.jpg



Articolo del: 31/01/2020 09:36:47

Non c’è solo il sindaco di Robecco sul Naviglio, Fortunata Barni, e il gruppo di sindaci (Vigevano, Ozzero, Abbiategrasso) che ha prontamente sottoscritto con lei la lettera della scorsa settimana al Ministero delle Infrastrutture a spingere perché sia dato effettivamente corso al Progetto Anas per la realizzazione della cosiddetta Vigevano-Malpensa.


La stessa cosa fanno, con una nota inviata ieri ai giornali, i Comitati del ‘Sì alla Strada’ degli stessi Comuni di Abbiategrasso, Vigevano e Ozzero, insieme al comitato “Robecco sicura”, i quali - lo hanno messo ieri per iscritto - «sollecitano la realizzazione della strada di collegamento Vigevano-Malpensa»


Lo fanno a partire da una considerazione che deriva da quanto accaduto nell’ultima settimana e soprattutto nella precedente a Robecco: «L’accensione del semaforo sul ponte ottocentesco sul Naviglio - scrivono i Comitati per il Sì - ha ulteriormente evidenziato la necessità improrogabile di una strada alternativa. Per questo chiediamo l’attuazione dell’unico progetto approvato, finanziato e in attesa di essere appaltato». 


Una risposta indiretta a chi vorrebbe venisse mitigato e modificato il Progetto Anas viene ribadita nel comunicato: «Ricordiamo che altre proposte presentate non sono risultate sostenibili sia da un punto di vista tecnico che economico. Con o senza semafori, il problema del traffico rimane». 


Un tema sviluppato nella parte finale del comunicato, che porta a una conclusione perentoria che non lascia più spazio ai “se” e ai “ma”: «Quello che rimane - scrivono i Comitati del Sì alla Strada - è il passaggio di 20.000 mezzi, ogni giorno che attraversano il centro di Robecco,  così come rimangono le code sulla Vigevanese a Vigevano, Ozzero e Abbiategrasso, con lunghi  tempi di percorrenza e maggiore inquinamento. Il nostro territorio ha una rete stradale inadeguata ai flussi di traffico e alle esigenze di sicurezza. Negarlo è impossibile».


Marco Aziani (“Ordine e Libertà” - ogni venerdì nelle edicole)



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net