Banner

Strada per Malpensa, esulta il fronte del No: «Il TAR ha annullato la delibera del CIPE, progetto Anas ko»

http://www.bianews.it/img/Gaaalcartellonotang.jpg



Articolo del: 02/02/2020 00:34:57

Altro che Comitati del Sì alla Strada in prima linea per ribadire la necessità di realizzare al più presto la Vigevano-Malpensa. Altro che battaglia del sindaco di Robecco a suon di semaforo del ponte sul Naviglio riacceso dopo venticinque anni e di lettera al Ministero delle Infrastrutture, sottoscritta anche dai colleghi sindaci di Vigevano, Abbiategrasso e Ozzero, per spingere nella direzione di una a loro dire non più rinviabile realizzazione della cosiddetta tangenziale sulla base del Progetto Anas già finanziato…


La notizia del giorno è di tenore opposto. E registra l’esultanza dei sindaci degli altri Comuni (Albairate e Cassinetta di Lugagnano) numericamente minori, ma da sempre determinatissimi a far valere le ragioni dei loro cittadini e non solo e supportati da un vasto movimento di opinione deciso a preservare il territorio suggerendo migliorìe sulla rete stradale esistente invece di apertura di cantieri per avviare un’opera da loro temutissima e osteggiata in tutti i modi.


«È con immenso piacere - hanno scritto i primi cittadini di Albairate e Cassinetta, Flavio Crivellin e Michele Bona - che comunichiamo che il TAR della Lombardia si è pronunciato, a seguito dei ricorsi presentati dai nostri due Comuni e dai numerosi cittadini riuniti nel comitato NoTangenziale, annullando la delibera del CIPE che ne approvava il progetto definitivo della Superstrada Vigevano Malpensa». 


La notizia è rimbalzata per tutta la giornata di ieri, sabato 1 febbraio, in rete e sui social, facendo registrare l’esultanza del movimento ambientalista e delle forze politiche che ad Abbiategrasso come anche nei Comuni limitrofi si sono sempre opposte con ogni forza alla “tangenziale”: «Abbiamo dimostrato che le nostre ragioni sono valide - rimarcano Crivellin e Bona nel loro documento - che il progetto definitivo è sostanzialmente diverso da quello presentato nel 2008 e che quindi avrebbe dovuto rifare tutti i passaggi approvativi che invece i tecnici hanno saltato, pensando di farla in barba ai cittadini ed al nostro territorio».


Come si è giunti al clamoroso risultato del pronunciamento del TAR contro la delibera del CIPE?  «Grazie anche al nostro intervento e alla nostra petizione al Parlamento Europeo, la Commissione Europea ha chiesto un approfondimento al Ministero dell’Ambiente - ricordano i sindaci di Albairate e Cassinetta - Rientra infatti nella competenza della Commissione VIA (Verifica Impatto Ambientale) del Ministero dell’Ambiente la valutazione in merito alla necessità di aggiornare i documenti ambientali, passaggio volutamente “saltato” da Anas, pur sapendo che il progetto era stato cambiato».


«Tale Commissione - proseguono i sindaci del No - lo scorso luglio aveva formalmente dichiarato che il progetto definitivo presenta sostanziali modifiche la cui rilevanza non è stata valutata. Pertanto oggi, con la sentenza del TAR, viene annullata la delibera del Cipe e viene altresì dimostrato che tale progetto non è più quello che era a suo tempo finanziato tramite Legge Obiettivo».


Strada addio e tutto come ora, dunque? Assolutamente no: «Restiamo attivi - scrivono ancora da Albairate e Cssinetta - per trovare soluzioni alternative per risolvere i problemi della mobilità locale. Siamo convinti - ribadiscono - che si debba riqualificare la viabilità esistente con mirati interventi, potenziare i mezzi pubblici e l’interscambio gomma-rotaia, favorire la rete ciclabile- E siamo viceversa contrari - concludono - alla costruzione di devastanti opere, utili solo alle tasche di chi le costruisce, a danno dei cittadini di oggi e di domani, del nostro territorio agricolo, dei nostri Parchi (del Ticino e agricolo Sud Milano)».


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizi sull’edizione da venerdì 7 febbraio nelle edicole


 



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net