Banner

Milano-Mortara, il guasto stamattina è a un passaggio a livello di Parona. E il 7.15 per Milano parte con un'ora di ritardo

http://www.bianews.it/img/Gaaallipendoli.jpg



Articolo del: 30/08/2019 08:50:28

Non c'è molto da aggiungere a quanto scritto nel titolo. Lo stillicidio quotidiano di disagi ai danni dei pendolari della linea ferroviaria Milano-Mortara diventa imbarazzante per noi che non smettiamo di segnalare e scrivere. Francamente è incredibile che non produca la benché minima reazione indignata da parte dei nostri rappresentanti politici e istituzionali a qualsiasi livello (Comuni, Città Metropolitana, Regione) né una ammissione ed assunzione di responsabilità da parte del gestore Trenord con iniziative a tutela di coloro che non sono altro che i loro clienti (solventi e per lo più obbligati).


Questa mattina, venerdì 30 agosto, al termine di una settimana già difficile e complicata tra le altre cose anche dai lavori all'interno del tratto di binario all'altezza del passaggio a livello di viale Mazzini ad Abbiategrasso, i guai sono iniziati alle 7.30 passate, ben dopo l'orario ipotetico di partenza di uno dei treni più affollati di pendolari (il 7.15 per Milano Porta Genova). 


Solita confusione nelle comunicazioni, solite diuscrepanze tra quello che si sente annunciare dagli altoparlanti e appare sui tabelloni in stazione e quanto invece riportato nella app di Trenord, ma sta di fatto che, per farla breve, quel treno delle 7.15 per Milano, da Abbiategrasso è potuto partire solo alle 8.16: per l'esattteza 61 minuti dopo il previsto (non si può dire "il normale", perché di normale su questa linea non c'è più niente da molto tempo).


Motivo del ritardo di un'ora, con inevitabili ripercussioni anche sulle corse successive, secondo quanto appunto annunciato dagli altoparlanti, un guasto ad un passaggio a livello di Parona Lomellina. Vero o falso? Non si dovrebbe mettere in dubbio una comunicazione ufficiale, ma diciamo che per stare più tranquilli bisognerebbe chiedere a chi a Parona ci sta per avere conferma che non si tratti di un pretesto. Intanto, all'orizzonte di fine settembre (tra un mese esatto), le novità degli abbonamenti inrtegrati che penalizzeranno i pendolari che non necessitano di mezzi Atm per giungere a destinazione...


Marco Aziani ("Ordine e Libertà" - ogni venerdì nelle edicole)



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net