Banner

Milano-Mortara, oltre ai soliti ritardi biglietteria di Bià chiusa fino al 6 e obliteratrici fuori uso (con tanti auguri anche agli abbonati)

http://www.bianews.it/img/Gaallabiglietteria.jpg



Articolo del: 02/09/2019 10:03:12

Milano-Mortara, anche questa mattina, lunedì 2 settembre, le avventure rocambolesche alle quali i pendolari si trovano loro malgrado protagonisti si sono tradotte in 45 minuti alla partenza per chi aveva immaginato di prendere il 7.15 proveniente da Alessandria (soppresso e cessato di fatto a Mortara «a causa di un guatso ad un treno di un'altra impresa ferroviaria che ne impedisce la ripartenza»...).


Ma la questione del giorno è anche un’altra: l’annunciata (da parte di Trenord venerdì scorso, 30 agosto) chiusura della biglietteria della stazione di Abbiategrasso per tutta la presente settimana, fino a venerdì 6 settembre. 


L’avviso è corso sull’app di Trenord, ma non è nemmeno riportato sullo sportello della stazione. Che l’utente trova beffardamente chiuso con tendine abbassate a fare da sfondo al solo cartello presente, secondo il quale la biglietteria è aperta dal lunedì al venerdì dalle 6 alle 12.55 e dalle 13.05 alle 20. Un’informazione che non trova alcun riscontro nella vita reale, né in questi giorni di chiusura totale né mai. 


Aggiungi che - come ci testimoniano stamane i nostri pendolari - tutt’e tre le obliteratrici sono fuori servizio. Cosa che rende complicato non solo salire sul treno senza rischiare di incorrere in una multa, ma anche attivare l’abbonamento mensile eventualmente acquistato online. Già, perché naturalmente essendo iniziato un nuovo mese occorre anche rinnovare l’abbonamento, cosa che Trenord ricorda via mail ai suoi utenti di provvedere a fare entro il giorno 4 al più tardi. Come? Chi ha potuto ci ha provato questa mattina una volta arrivato a Porta Genova, aggiungendo ai 45 minuti di ritardo accumulati in partenza anche quelli necessari ad affrontare la «coda chilometrica» (così ci hanno scritto) nell’androne della stazione capolinea.


Intanto una pendolare abbiatense, di professione avvocato, sollecita l’amministrazione comunale ad agire almeno su questo punto delle obliteratrici: «Visto che si tratta di un pubblico servizio - dice - le autorità comunali dovrebbero attivarsi tempestivamente per far riattivare almeno una macchinetta».


Marco Aziani (“Ordine e Libertà” - ogni venerdì nelle edicole)



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net