Banner

Corso Italia, alla faccia della "tolleranza zero": le multe per divieto di sosta sono una alla settimana... E si vede!

http://www.bianews.it/img/Gaaaaandiamobeneconlasosta.jpg



Articolo del: 01/10/2019 08:16:21

Corso Italia e corso Matteotti sorvegliati speciali nella lotta contro la sosta selvaggia: è quanto la gente chiede, ma per il momento senza successo. Del resto quando, appena tre settimane fa, l’assessore alla Viabilità, Alberto Bernacchi, ha divulgato i dati trasmessigli dal Comando della Polizia locale a proposito dell’attività di repressione della sosta vietata nelle strade del centro storico, è emerso che delle 955 sanzioni scattate nei confronti di altrettanti veicoli colti in divieto di sosta dall’inizio dell’anno al 31 agosto, solo 27 sono state elevate in corso Italia. 


Spalmato sul periodo di otto mesi, che al netto dei sabati, delle domeniche e dei giorni festivi (durante i quali vige la Ztl e dunque l’accesso al corso è consentito solo per i residenti e gli automobilisti che ne facciano esplicita e motivata richiesta) equivale in pratica a 170 giorni, quel dato significa che ad essere multato per la sosta vietata in corso Italia  è in media un automezzo ogni 6 giorni, ovvero 1 sola contravvenzione alla settimana.


Per quanto concerne corso Matteotti, l’attività sanzionatoria di agenti e ausiliari della sosta è un po’ più consistente, ma sempre lontana dal poter essere definita soddisfacente: 73 contravvenzioni per divieto di sosta in 170 giorni feriali, pari a 3 per settimana, sempre in media.


Dati che non possono essere ritenuti soddisfacenti perché la realtà quotidiana, specialmente in determinati giorni e orari nei quali si registra un maggior afflusso di veicoli nel quadrilatero del centro storico, ci mostra in continuazione la presenza di macchine soprattutto e in alcuni casi anche di furgoni che riempiono costantemente, in un costante avvicendamento, le due strade in questione sulle quali la sosta non sarebbe prevista affatto.


La foto che pubblichiamo è stata scattata venerdì pomeriggio, 27 settembre scorso, da persone sedute a un tavolino di un locale affacciato per l’appunto su corso Italia: due macchine in sosta sui due lati della strada in prossimità dell’incrocio con via San Carlo da una parte e via Misericordia dall’altra la dicono lunga sull’atteggiamento diffuso tra quegli automobilisti che si sentono tranquilli nella quasi certezza della loro impunità. 


Qualche giornale, avuti lo scorso 12 settembre i dati delle multe alle auto in sosta vietata nelle strade del centro, nei titoli aveva addirittura parlato di «tolleranza zero». Gli unici zero dei quali al momento siamo costretti a dare notizia sono lo zero in condotta che meriterebbero certi automobilisti e il numero di agenti messi a presidiare specificamente corso Italia e corso Matteotti (ovvero le strade dove il fenomeno della sosta selvaggia è più ricorrente e genera più caos) per troppi giorni della settimana. 


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizio sull’edizione da venerdì 4 ottobre nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net