Banner

"Mercatini" all'Annunciata inaccessibili ai diversamente abili: «Grazie a tutti!». Il grido di protesta della mamma di una ragazza in carrozzina

http://www.bianews.it/img/Gallandycapp.jpg



Articolo del: 11/11/2019 08:24:20

“Creazioni Artigiane… e le atmosfere del Natale” è il tritolo della manifestazione andata in scena durante il weekend appena passato nella chiesa e nelle sale al piano terra dell’ex convento dell’Annunciata d Abbiategrasso. Ma “sotto l’albero” c’è chi ha trovato solo un’amara sorpresa. È la famiglia di una ragazza diversamente abile costretta su una carrozzina speciale, la quale, arrivata sul posto, ha scoperto che nell’auditorio affrescato del complesso rinascimentale lei (e tutte le persone nelle sue stesse condizioni) non ci poteva entrare.


Prontamente la famiglia della ragazza ha segnalato la cosa attraverso i social, postando un messaggio di “denuncia”  di protesta al riguardo, sebbene con tono ironico: «Volevamo ringraziare tutti gli organizzatori della mostra per avere reso accessibile solo “a pochi” l’ingresso ai mercatini! Da fuori è tutto bellissimo!». A corredo di questa semplice frase, un beve video che inquadra i totem con l’indicazione degli organizzatori (l’associazione Iperbole, con il patrocinio di Comune di Abbiategrasso e Regione Lombardia), quindi si concentra sui gradini rivestiti da un elegante tappeto rosso che rendono comunque impossibile l’accesso a chi non può camminare e infine inquadra la ragazza con la sua carrozzina sotto il chiostro, impossibilitata ad entrare nella ex chiesa, ma anche ad inoltrarsi nelle altre sale per l’esiguità degli spazi riempiti ovunque da bancarelle.


La mamma della ragazza, interpellata, esprime tutto il suo rammarico: «Accompagno tutti i giovedì mia figlia all'Annunciata per il corso di teatro e non abbiamo mai avuto problemi. Ieri però l’entrata principale sul piazzale era chiusa… L’unico accesso al salone principale era dal chiostro, con tanto di gradino di oltre 10 centimetri e senza nessuna rampa (nonostante io sia certa che il Comune ne è munito). Trovo inconcepibile una leggerezza simile che si trasforma in mancanza di rispetto e sensibilità, visto che oltretutto abbiamo sempre visitato questa mostra, solitamente allestita nei sotterranei del Castello, e visto che viene la location dell'Annunciata, che secondo me è un’eccellenza di Abbiategrasso, viene poco sfruttata. Certo che se poi la si usa ma non ci si ricorda di garantire l’accesso a tutti…».


Marco Aziani (“Ordine e Libertà”) - servizio sull’edizione da venerdì 15 novembre nelle edicole


 



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net