Banner

Piacere intenso ed emozioni mai provate: la soddisfazione dei partecipanti all'evento guidato da Broggi a Villa Umberto

http://www.bianews.it/img/Gbendato.jpg



Articolo del: 25/11/2019 10:19:41

Emozioni con Gusto. Era il titolo dell’evento organizzato dal giornale Libertà per la giornata di ieri, domenica 24 novembre, a Villa Umberto, in collaborazione con i suoi proprietari Martina e Alberto e con i partner Andrea Besuschio, Gabriele Corti, Loris Moia e Andrea Dalla Riva, sotto la regia fondamentale di Roberto Broggi, psicologo ed esperto di Benessere e autentico mattatore dell’iniziativa che ha riscontrato, tra i quindici partecipanti, un successo davvero straordinario. 


Non un “normale” pranzo, non la “solita” degustazione, ma qualcosa di davvero speciale e che alla prova dei fatti si è rivelata davvero geniale. Broggi, affiancato di volta in volta dagli altri artefici che hanno illustrato le caratteristiche delle materie prime, delle lavorazioni e dei vini proposti in abbinamento, ha guidato i commensali in un lungo percorso che con piacere di tutti si è dilatato per circa quattro ore, portando ciascuno a fare davvero esperienza, in modo profondo ed esclusvo, della piacevolezza che il cibo e le bevande sanno dare a chi vi si approccia rompendo gli schemi della consuetudine, ponendosi in ascolto con tutti i propri sensi e prendendosi cura di sé come rarissimamente capita di fare di fronte a una tavola imbandita.


Vale la pena citare, in estrema sintesi, il commento di uno dei partecipanti, un uomo maturo e ancora molto impegnato e assorbito dalle proprie attività che ha “confessato” di non riuscire a dedicare, normalmente, più di un quarto d’ora al rito del pranzo o della cena: «C’è un particolare stato di benessere generale che io sono solito chiamare “quarta dimensione”, che raramente nella vita mi è capitato di sperimentare: situazioni e luoghi dove qualche volta cerco di ritornare per riscoprirli e goderne a fondo… Oggi, in questa bellissima villa e in questo sorprendente momento trascorso insieme, devo dire di avere avuto un’esperienza simile entrando in una “quarta dimensione” nell’assaporare qualcosa come cibo e vino non solo per vivere ma anche proprio per ricevere, riflettere e ricavarne la felicità di rimanere a tavola per alcune ore in uno stato di grazia davvero speciale».


Marco Aziani ("Ordine e Libertà") - servizio sull'edizione da venerdì 29 novembre nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net