Banner

Gruppo CAP stabilisce un primato europeo al depuratore di Robecco: ecco il sistema per ridurre i fanghi del 70 per cento

http://www.bianews.it/img/Galbioessicarobecco.jpg



Articolo del: 04/08/2020 08:16:51

Ridurre in maniera sostenibile del 70% i volumi dei fanghi di depurazione grazie a un innovativo sistema finalizzato a questo scopo. Succede, per la prima volta in Europa, a Robecco sul Naviglio, e precisamente alla frazione Cascinazza, sede del Depuratore delle Acque del Magentino, ad opera di Gruppo CAP , gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, che presso quel depuratore ha installato u moderno e tecnologico sistema di bioessicamento dei fanghi prodotti dal ciclo di depurazione delle acque.


Ad avere ideato il moderno e innovativo sistema che consente a Gruppo CAP di centrare il bersaglio del nuovo primato europeo è un team di giovani ingegneri italiani. Ma a che cosa serve, in concreto, il loro porgetto? Lo spiega Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP, in una nota inviata alla stampa-


«Il riutilizzo in ottica di economia circolare della materia di scarto della depurazione rappresenta un elemento importante nel perseguire la transizione energetica dettata dalle linee guida nazionali per lo sviluppo sostenibile delle nostre città - commenta Russo - Il progetto di bioessicamento dei fanghi consente di eliminare il più possibile la parte liquida, riducendone drasticamente il volume e quindi i costi di trasporto e smaltimento in discarica. Un evidente beneficio per l’ambiente, perché riduce i mezzi pesanti in circolazione, e per i cittadini, perché diminuire i costi produce positive ricadute sulle bollette».


Redazione "Ordine e Libertà" - ogni venerdì nelle edicole



Loggati al sito per poter commentare l'articolo

Webmaster Alessandro Russo E-Mail:webmaster@russoalessandro.net
www.russoalessandro.net